La Storia02

02La Storia

Tre generazioni, un’unica storia.

Negli anni Sessanta, nonno Min e poi papà Livio iniziarono una storia che continua ancora oggi nella Tunella di Massimo e Marco Zorzettig, custodi, insieme alla mamma Gabriella di più di cinquant’anni di storia familiare. Nella Tunella di oggi convivono l'attualità e la memoria, la voglia di sperimentare e le più alte tradizioni dei Colli Orientali del Friuli: un presente che giorno dopo giorno costruisce il proprio futuro.

Un nome per riassumere cinquant’anni di vita.

La nostra azienda si chiama La Tunella dal 2002: il nuovo nome, che ha soppiantato il precedente Livio Zorzettig, è un toponimo che indica un casale e un colle situati in prossimità dell’azienda, tra prati e vigneti immersi nel dolce paesaggio dei Colli Orientali.
02La cura del dettaglio

Fare vino è curare quei dettagli che sfuggono agli occhi ma svegliano l'anima.

Benché La Tunella sia una realtà con una storia ormai consolidata, non abbiamo mai abbandonato l’attenzione maniacale che contraddistingue ogni piccolo vignaiolo quando lavora nella sua vigna. Non per caso la nostra filosofia è “fare poco per fare meglio”: solo così riusciamo a proporre qualcosa di qualitativamente eccellente e al contempo assolutamente unico e personale.

02Sostenibilità

Pensiamo che la bellezza delle vigne e la bontà del vino siano beni da preservare.

Dentro ogni bottiglia La Tunella ci sono la terra, il sole, la pioggia, il vento: perché il vino raccoglie tutto ciò che riceve. E poiché vogliamo che anche chi verrà dopo di noi possa godere degli stessi sapori e profumi, siamo attenti alla sostenibilità della produzione.

Aderiamo al programma di lotta integrata che prescrive l’uso limitato di concimi e trattamenti, mentre l’energia per tutte le attività aziendali è prodotta da pannelli fotovoltaici.